Cerignola che vola, ma non solo con i big: Grimaldi manda in campo anche i ragazzi del 2000

Secondo posto a due punti dalla vetta della Serie D con i ragazzi fatti in casa. Anche contro il Francavilla, domenica scorsa (vittoria per 3-1), altri esordi in Serie D per i giovani calciatori della Juniores Nazionale (che stanno vincendo il loro campionato di appartenenza). Il tecnico Teore Grimaldi ha chiuso la partita con i lucani con il reparto avanzato della squadra Juniores: dentro Parise, Cirulli e Cianci (tutti del 2001). L’Audace Cerignola cresce anche sotto questo aspetto e sta costruendo il suo avvenire calcistico. Il futuro tra le mani. Costruito in casa, frutto del sudore della propria fronte e dei propri sforzi. Anni di lavoro e di pianificazione, centinaia di ragazzi allevati per il salto di categoria. Questa è la storia del settore giovanile dell’Audace Cerignola, gratificato adesso, dal debutto dei suoi ragazzi nella competizione nazionale.

casale_small

cerignola griecoUna sola parola d’ordine: crederci. Continuità nelle scelte, nelle idee, nella voglia di fare del calcio uno strumento sociale, ludico ed educativo insieme. Continuità nell’incessante lavoro di cura del vivaio, continuità nella politica di aprire le porte della prima squadra ai giovani del settore della Juniores. Non si arriva a tanto per caso. Il presidente Nicola Grieco con la società si coccola i suoi ragazzi per i risultati conseguiti fino ad oggi nei vari campionati e per il debutto di diversi calciatori in prima squadra. Segno che il lavoro svolto è da applausi. Il settore giovanile dell’Audace, infatti, è curato sul campo e fuori, attraverso una collaborazione strettissima tra i responsabili societari e le figure degli staff tecnici della squadra.

sorac

cerignola 5-11-17Le difficoltà ci sono, certo. Al Cerignola, però, sanno come proseguire lungo la retta via. “Non possiamo che essere soddisfatti del percorso che stanno facendo i nostri giovani ragazzi – spiega il presidente Nicola Grieco -, è stato bello vedere domenica il debutto di nostri giovani calciatori. Il nostro settore giovanile riesce ad attrarre tanti ragazzi e a cercar di insegnar loro il gioco del calcio.” Crescono i vari Compierchio, Cirulli, Matera, Parise, Cianci e Vigliotti. “Per una società come la nostra, – prosegue il presidente Grieco – è importante far crescere i giovani della nostra città. Il lavoro che ci contraddistingue ci ha permesso di arrivare a questi risultati, è un traguardo che ci gratifica.”

uniqua

cerignola grimaldiTanti ragazzi già in prima squadra. “Proprio così – conclude il presidente – da noi i nostri ragazzi hanno sempre modo di avvicinarsi alla prima squadra, è lo sbocco naturale per i tanti ragazzi della Juniores: una soddisfazione enorme. Le difficoltà ci sono ovunque, basta saperle gestire. Noi da anni abbiamo intrapreso una politica educativa ben chiara che ha soddisfatto tutti: ragazzi e genitori. Tant’è che i ragazzi vengono sempre ad allenarsi e con i genitori non abbiamo praticamente mai avuto problemi. Questa era la finalità del nostro progetto ed è quella che abbiamo ottenuto e che tutti possono vedere. La speranza è di riuscire a migliorare ancora.”