Derby di Coppa Italia il 20 agosto alle 16. Alto Tavoliere-Cerignola già da tutto esaurito

Ancora una sola settimana di ferie per Alto Tavoliere San Severo e Audace Cerignola, poi sarà subito derby di Coppa Italia di Serie D, domenica 20 agosto al “Madrepietra Stadium” di Apricena con calcio d’inizio fissato alle ore 16. Qualche giorno in più per il Manfredonia che entrerà in gioco nel turno successivo. E nonostante sia solo una gara di Coppa, è già scattato il conto alla rovescia. Allo stadio di Apricena ci sarà il tutto esaurito con la tifoseria cerignolana pronta ad invadere la Città della Pietra e quella di casa e dei dintorni curiosa di vedere all’opera i ragazzi di Max Vadacca.

sorac
Ma sarà sicuramente una domenica di grande festa in cui tutti, però, vogliono vincere. La posta in palio, nonostante non ci siano punti in palio ma solo il passaggio al turno successivo di Coppa, sembra già essere alta. Sicuramente ci sarà un grande fair-play sugli spalti tra le due tifoserie ed in campo tra i giocatori. In Capitanata già si avverte quell’atmosfera magica che precede sempre le sfide tra cittadine della stessa provincia. Mancano ormai pochi giorni al derby: una sfida ricca di aspettative nelle due dirigenze.

Oggi i cerignolani del patron Michele Grieco sembrano i superfavoriti per la vittoria finale del campionato di Seire D, mentre per i cugini e padroni di casa del patron Paolo Dell’Erba sarà l’occasione per misurarsi contro una supercorazzata. Tante le motivazioni da una parte e dall’altra: se il mister del Cerignola, Francesco Farina, chiede ai suoi di vincere per tenere alta l’adrenalina in vista del campionato (il 3 settembre), il trainer dell’Alto Tavoliere San Severo, Massimiliano Vadaca, chiama la squadra alla massima attenzione difensiva e al cinismo offensivo per centrare una vittoria che farebbe schizzare il morale a mille.

casale_small

L’importanza della gara sembra alta: sarà una sfida particolare per tutto la Capitanata. “Ci stiamo preparando al meglio e non lasceremo nulla al caso – dice il presidente Paolo Dell’Erba dell’Alto Tavoliere che ospiterà il derby -. Il clima che si respira in squadra è abbastanza sereno e tranquillo. Mi auguro nel recupero in extremis di qualche nostro giocatore infortunato”. Il derby metterà in palio la supremazia del territorio: non ci saranno punti in palio, ma la vittoria serve ad entrambe per una soret di autostima. Il presidente Dell’Erba, analizza l’importante confronto di domenica prossima 20 agosto. “Ci attende una gara molto difficile sotto tutti i punti di vista, il Cerignola è una squadra che sembra non avere rivali sulla carta – spiega -. Noi faremo di tutto per conquistare la vittoria anche se sappamo che non sarà facile.”

Nelle due cittadine non si parla d’altro: il derby sarà una festa, ma ognuno vuole vincerlo. Si contano le ore per il calcio d’inizio e per quello che potrebbe essere l’evento del territorio sotto l’ombrellone. “Sarà una gara credo avvincente e giocata con grande agonismo – ammette ancora dell’Erba -, sarà uno spettacolo”. Vietato perdere. Non si può, forse neanche il pari vale. Il successo potrebbe pesare come un macigno un vista del campionato.

Ed allora sarà sicuramente una bella partita con una grande cornice di pubblico: cittadine e territorio mobilitato per quella che potrebbe essere considerata la partita del momento. “Forti in tutti i reparti – dice il tecnico dei padroni di casa, Max Vadacca -, ma noi giocheremo per vincere. Dobbiamo farlo e credo che abbiamo i mezzi per farlo”. Vuole vincere anche il Cerignola. “E non può essere altrimenti – rimarca l’allenatore Francesco Farina -, in questo frangente non possiamo abbassare la guardia e dobbiamo per forza di cose giocare per il successo”. Gara che si preannuncia dal grande agonismo in campo e calorosa sugli spalti. I tifosi sono pronti per incitare i propri beniamini. Ormai il conto alla rovescia per questa partita è scattato già ad inizio settimana, con gli allenatori che non fanno trapelare nulla su quella che potrebbe essere la possibile formazione. E sarà, ancora una volta, una domenica, quella del 20 agosto, di grande festa in cui tutti, però, vogliono vincere. L’importanza della gara è alta: sarà una sfida particolare per tutto il territorio.

Antonio Villani (La Gazzetta del Mezzogiorno)

villani